Alberto Mapelli

Monitoraggio e Prevenzione – Responsabile Outsourcing Banco BPM

Troppi anni fa (fine anni 70), partecipo al primo esame per entrare nel neonato albo per gli Agenti Immobiliari e nel frattempo mi iscrivo a Giurisprudenza. 6 anni dopo, raggiunta la laurea e abbandonata l’idea di diventare notaio per fornire un servizio immobiliare completo, entro nel mondo bancario e, superato il primo esame per Promotori Finanziari, organizzo una piccola squadra di sviluppatori alla ricerca di risparmio gestito senza orario a domicilio, eravamo così assorbiti dall’infinità di appuntamenti che non ci siamo resi conto di essere Family Banker grazie ai quali, anni dopo, qualcuno ha avuto enorme  successo e fortune. Nel frattempo, la Banca in cui lavoro viene assorbita da BPM e, dopo la direzione di un paio di agenzie finisco in ufficio nella Direzione Legale. Quando mi viene affidato l’incarico di valutare i passaggi a perdita di pratiche di contenzioso incomincio a sentire la necessità di modernizzare alcuni processi ed a rivolgermi al mondo del recupero crediti esterno.  Poi son sempre rimasto nell’ambito della clientela con difficoltà economiche. Dalla mia nomina a Responsabile Privati la Banca comincia ad affidarsi a src anche per clienti ancora attivi, quelli che non riuscivamo a sistemare li seguivo anche poi in fase post dbt sino alla cessione in portafogli di small business. Poi la fusione con Banco ed ora mi occupo esclusivamente di esternalizzazione di clientela bonis con scaduto freschissimo, li consigliamo per la miglior gestione dei propri conti.
Ma soprattutto genitore e nonno felice ed in armonia con i colleghi che mi affiancano.